lunedì 26 settembre 2016

Mabon - parla la Dea

Messaggio della Dea

“Figlie, la Dea è con voi.

Vi accompagna nel vostro cammino,
a volte vi impedisce di inciampare,
vi attenua le cadute, vi aiuta a riprendervi,
vi sostiene con il suo amore, la sua attenzione e la sua cura,
poiché la Dea ama le sue figlie, ama tutti i suoi figli,
ma riconosce come in uno specchio le sue figlie,
perché sono simili a lei:
nel dare, nell’amare incondizionatamente, nel permettere al cuore di ferirsi,
nel perdono e nella compassione, nella scelta, nell’intuizione.

La Dea è lì con voi, come una Madre che teneramente accompagna per mano,
ma vi lascia libere nel vostro libero arbitrio,
perché la Madre ha imparato a staccarsi dai suoi figli,
ma è lì pronta ad accorrere in vostro aiuto, pronta al vostro richiamo,
pronta a darvi amore, incoraggiamento e protezione,
e vi benedice in ogni momento della vostra vita,
così come sta facendo anche ora, toccando i vostri cuori, ponendo le sue mani sul vostro capo e passando tra di voi mentre porta la fiamma che avete acceso,
e questa fiamma arderà nei vostri cuori, illuminerà le vostre scelte e vi renderà ogni giorno più consapevoli.

Andate in pace con la mia benedizione”.



Surabhi, giovedì 22 settembre 2016

mercoledì 7 settembre 2016

Festeggiamo Lugnasad

Festeggiamo Lughnasad

E ringraziamo la Dea che è stata qui con noi questa sera,
che ci ha ascoltato,
che si è divertita,
che ci ha incoraggiato.
Che attraverso la sua misteriosa aura ci ha portato i suoi raggi d’amore,
che ha assistito ai nostri riti e di nuovo attraverso i riti ci ha mandato la sua benedizione; così come sta facendo anche adesso, benedicendo questi doni della Terra,
affinché siamo consapevoli che tutto ciò che ci viene dalla Terra è benedetto.
Foto e illustrazioner by Surabhi

E la Dea porta la sua benedizione anche sui cactus,
perché anche i cactus simbolicamente sono importanti per questo rito,
poiché buttano fuori le spine e possono pungere,
ma all’interno c’è morbidezza e sono un insegnamento,
per ricordarvi che anche se ci sono delle spine,
la vita può essere molto dolce,
purché si passi dall’accettazione e dalla comprensione.

Quindi la Dea benedice tutta questa stanza,
tutti gli oggetti di questa stanza,
tutte le persone di questa stanza,
tutti i frutti di questa stanza,
tutta l’acqua di questa stanza,
tutti gli elementi di questa stanza,
tutti i muri di questa stanza.

E mentre benedice, posa le sue mani su ognuno di noi, sulla testa e sul cuore,
e ci invia il suo grande raggio,
e questi raggi ci danno la forza di camminare nella vita,
di fare nuove esperienze,
di approcciare nuovi modi di essere,
di esprimersi con creatività,
di esprimersi con amore,
di esprimersi con comprensione
di esprimersi con consapevolezza.

Ci invita anche a perdonare noi stessi,
perché tutti gli uomini faticosamente fanno il loro cammino,
un cammino fatto di sfide, di difficoltà di dispiaceri,
ma anche di gioia, di amore, di comprensione.


Surabhi, 1 agosto 2016

venerdì 26 agosto 2016


La magia dei fiori
Ortensia
Ogni volta che osserviamo un fiore, entriamo in uno stato di pace e di tranquillità.
Ogni fiore è dotato di un’energia specifica e mettersi in contatto con questa energia, significa poter utilizzare uno strumento di guarigione e di armonizzazione potente ed efficace.


martedì 28 giugno 2016

Festeggiamo Litha





“Figlie! Amate figlie!
 
Questo Solstizio è particolarmente potente e forte,
e ne sentirete gli effetti nei giorni a venire, nei mesi a venire.

Questo Solstizio è un ponte:
un ponte di vibrazione gettato per voi affinché possiate camminare con piede sicuro, incuranti delle sfide che la vita vi pone, poiché siete più forti degli ostacoli.

La vostra è una forza che aumenta nel tempo perché si nutre di consapevolezza,
di amore e di fiducia, e questo ponte si illumina nei vostri passi che ogni giorno diventano più sicuri, e questo è il ponte della saggezza, della verità e della conoscenza.

E’ il ponte dell’arrivo e delle partenze,
luminoso, alto nel cielo, che vi sostiene,vi sorregge e vi incoraggia.

Questo ponte è per chi non ha paura, ma procede con cuore aperto e sincero sul suo cammino, e questo cammino lega tutte voi alle energie che vi sostengono e vi incoraggiano.

Datemi tante nomi, rivolgetevi a Me con tanti nomi,
ma non dimenticate di chiamarmi MADRE.

Madre delle Stelle, della Luna, dell’Aria, della Terra, del grano che cresce rigoglioso.

Madre dell’Aria, dell’Acqua,
Madre che vi nutre,
Madre che vi soccorre,
Madre che vi protegge, che vi abbraccia nelle vostri notte sconsolate,
Madre che di notte mette una piccola stella nel vostro cuore per farla fiorire l’indomani:
la stella del coraggio.

Io vi benedico e vi abbraccio.

Andate in pace”.


e...dopo la torta!  a forma di sole.....
Surabhi, lunedì 20 giugno 2016

giovedì 23 giugno 2016

Incontrare i Maestri - Kouthumi

Incontrare i Maestri
Kouthumi - pazienza e saggezza

E’ vero: sono un’anima antica, e le incarnazioni hanno il loro valore,
perché sono il sentiero sul quale camminiamo sulla Terra,
e lasciano la nostra scia, le nostre idee e possiamo esprimere i nostri talenti.

Questo vale per tutti coloro che si incarnano:
vale per me e vale per voi,
perché ognuno, ogni anima che si incarna, porta con sé le sue capacità
e anche le sue debolezze.

Ho avuto molte sfaccettature nelle mie incarnazioni,
e ogni incarnazione mi è servita per attingere a dei valori sempre più alti.

Le mie prime incarnazioni mi hanno portato a sperimentare,
a ricercare, a studiare e ogni volta che scendevo sulla Terra,
ecco che il mio punto di vista cambiava, e dalla ricerca, dall’espansione sono passato,
a volte anche con dolore, negli spazi del cuore, e ogni volta la mia comprensione aumentava, fino a quando sono stato pronto per vivere la mia vita animica su un altro piano e da lì incoraggiare, sostenere e persino partecipare ai processi che le altre anime avevano stabilito.

Quindi sono anche con voi e a volte persino dentro di voi,
per aiutarvi a vedere nuove realtà, per portarvi nuovi insegnamenti ma soprattutto per aiutarvi ad esprimere i vostri talenti nella comprensione, nell’amore e nella fratellanza,
e questo amore comprende tutte le creature viventi:
dalla piccola formica al grande uomo di stato,
dall’umile fiorellino che nasce a fatica nella terra alle meravigliose rose,
che sono l’espressione più alta e più pura dell’evoluzione dei fiori.

Tutto è permeato di bellezza, di amore,
di intenzioni meravigliose che guidano tutte le anime.

E anche quando le anime deviano dal loro cammino, possono sempre ritornare nella loro dimensione originale avendo capito i loro sbagli, avendo capito che l’unica legge che governa l’Universo è la legge dell’Amore infinito.

Osservate la vostra sfera gialla, portatela nel cuore perché da questa sfera avrete indicazioni e manterrete il contatto con me.

Io vi saluto e vi benedico. Andate in pace”.


Surabhi, giovedì 16 giugno 2016

Google+ Followers

Google+ Badge